IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA. | Probabilità di vincita
Come si gioca a Ultimate Texas Hold’em: regole, strategia e consigli

Categoria: Mondo Casinò

Ultimate Texas Hold’em, un nuovo modo di vivere il poker

In un mondo in cui il poker online è ormai un fenomeno diffusissimo e i giocatori sono in crescente evoluzione dal punto di vista tattico, costantemente alla ricerca di nuovi spunti e con la passione per le carte che sembra non venir meno, c’è sempre bisogno di alternative fresche. Vi presentiamo oggi una variante che sta spopolando sia nei maggiori casinò live che in quelli online: Ultimate Texas Hold’em.

In questa guida scopriremo:

 

Come si gioca a Ultimate Texas Hold’em: le regole base

Prima di sapere come giocare a Ultimate Texas Hold’em è necessaria una premessa semplice, affascinante e di sicuro effetto: ti troverai a competere contro il banco, impersonato dal dealer, e dovrai cercare di batterlo per portare a casa più fiches possibili.

La scala di valore dei punti è esattamente identica rispetto al classico Texas Hold’em (Coppia, Doppia Coppia, Tris, Scala, Colore, Full, Poker, Scala Colore, Scala Reale) anche se il sistema di puntate cambia sensibilmente rispetto a quando si gioca contro altri giocatori in una normale partita di poker.

Inizio del gioco

Per iniziare a giocare bisogna effettuare una puntata Ante a cui verrà automaticamente addizionata una puntata Blind del medesimo valore. La prima rappresenta la puntata vera e propria, la seconda un bonus legato al punto. Il giocatore può anche effettuare una puntata Trips. Quest’ultima puntata paga su una varietà di mani di poker, che andremo a visualizzare successivamente, qualunque sia la combinazione ottenuta dal banco.

A questo punto, piazzate le prime scommesse, vengono servite le due carte iniziali coperte ai giocatori in gioco, dopo di che il dealer ne distribuisce due coperte anche a se stesso. Qui il giocatore può effettuare la sua prima scelta: può rilanciare tramite la puntata Play. Il valore di questo rilancio può essere x 4 (ovvero quattro volte valore della sua puntata Ante), x 3 (3 volte il valore della sua puntata Ante), oppure si può optare per il Check e vedere il turno successivo di carte senza aggiungere ulteriori fiches.

Flop

A questo punto il dealer distribuisce il flop, ovvero le prime tre carte comuni, e il giocatore può decidere come agire. Nel caso non abbia rilanciato in precedenza ora può farlo, ma solo per 2 volte il valore della sua puntata Ante. In tal caso, il valore appropriato delle fiches verrà posto nell’area Play. In alternativa, il giocatore può scegliere di fare ancora check e aspettare.

Turn e river

Andiamo quindi a vedere il turn e il river (la quarta e la quinta carta a tavola delle carte comuni), che il dealer girerà insieme. Questa è un’altra delle differenze con il classico Texas Hold’em, in cui turn e river danno vita a due giri separati di puntate. Nell’Ultimate Texas Hold’em, invece, a questo punto il giocatore che non ha rilanciato in precedenza può rilanciare x 1 (un rilancio uguale alla sua puntata Ante) o è costretto ad abbandonare la mano.

A questo punto vengono rivelate le carte in mano al dealer e si arriva allo showdown con due possibilità a disposizione:

  • Il banco “non si qualifica” perché non ha formato nemmeno una coppia e paga le puntate Play e Blind effettuate in precedenza, in proporzione 1/1.
  • Il banco “si qualifica” perché ha almeno una coppia in mano: se banco vince la mano, automaticamente vince tutte le puntate. Se il giocatore batte il banco, riceve Ante e Play in proporzione 1/1 e Blind a seconda di quanto sia forte il valore del punto in mano al giocatore.

 

Come funzionano i pagamenti

Fin qui le regole base dell’Ultimate Texas Hold’em, uno dei più apprezzati giochi da casinò live offerti nel palinsesto di Gioco Digitale. Di seguito, per una più immediata assimilazione, ecco invece una comoda sintesi di tutte le possibilità di pagamento offerte da questo gioco, prima di addentrarci nella spiegazione dei payout di Blind e Ante:

Ultimate Texas Hold'em - pagamenti

Blind

Come abbiamo accennato sopra il Blind è una puntata obbligata, che viene piazzata insieme all’Ante con importo uguale. Il Blind paga in proporzione al valore del punteggio pokeristico ottenuto dal giocatore. La scala dei pagamenti è la seguente:

Ultimate Texas Hold'em: tabella di pagamento Blind

 

Trips

Questa puntata, che a differenza del Blind è facoltativa, rappresenta un’altra maniera di accumulare bonus e essere pagati di più in base al punto realizzato. Gli eventuali pagamenti procederanno come segue:

Ultimate Texas Hold'em: tabella pagamento Trips

Ultimate Texas Hold’em: strategia iniziale e consigli da seguire

Non c’è dubbio che avere già una certa esperienza nel Texas Hold’em classico sia un elemento di vantaggio, quando ci si approccia a questo gioco. Tuttavia, nell’approntare una strategia per Ultimate Texas Hold’em bisogna tenere conto di alcuni elementi fondamentali, che demarcano una differenza molto grande dal tradizionale poker americano:

  • Stai giocando contro il dealer e non contro altri giocatori
  • Non esiste il concetto di bluff. In questo gioco non è contemplata l’ipotesi che il dealer foldi, né quando tu hai una brutta mano né quando ne possiedi una forte.
  • Giocare in posizione o meno non fa alcuna differenza

Bisogna quindi puntare a studiare bene la tabella bonus e pagamenti per avere modo di capire quando e se puntare su Trips.
Uno dei consigli più importanti in Ultimate Texas Hold’em è quello di cercare un giusto bilanciamento tra Ante e Blind. La ragione è abbastanza semplice: alla lunga bisognerà usare anche molte puntate su Play per uscire vincitori. E le puntate Play, come spiegato in precedenza, costano in maniera direttamente proporzionale all’importo che abbiamo deciso per Ante e Blind.

Ecco infine alcuni consigli ulteriori per una strategia possibile a Ultimate Texas Hold’em:

  • Stabilisci la durata massima di una sessione: il gioco è coinvolgente ma alla lunga si rischia di perdere lucidità. Cerca di stabilire un lasso temporale entro il quale riesci a divertirti rimanendo concentrato. Evita di starci troppo a lungo, poiché potresti avere dei cali di attenzione, perderti delle puntate da effettuare o incaponirti troppo a seguito di mani perse. Puoi anche ipotizzare di fare delle pause tra una sessione e l’altra: ad esempio 30 minuti, poi pausa di qualche ora e quindi altri 30 minuti, e così via.
  • Decidi in partenza il bankroll che vuoi destinare a una sessione: a Ultimate Texas Hold’em si possono provare momenti di autentica adrenalina, quando si centrano punteggi molto alti e si riscuotono bei bonus di Blind e Trips. Qualora non succedesse, però, devi essere pronto a dire stop. Quindi decidi in partenza quanto sei disposto eventualmente a perdere in quella determinata sessione, e non andare oltre.
  • Non inseguire troppo il Trips, ma non dimenticarlo: in Ultimate Texas Hold’em il Trips è un bonus importante per realizzare e massimizzare i guadagni dalla realizzazione di punti alti. Tuttavia bisogna sempre tenere presente le probabilità reali di chiudere quei punti, e regolarsi di conseguenza. E ricordate che il gioco non ha memoria: in ogni mano si gioca con un mazzo nuovo e totalmente rimescolato. Dunque, se ad esempio avete due carte a cuori e negli ultimi board sono usciti molte volte cuori, ciò non ha alcuna influenza sulla mano che state per giocare.

 

CASINÒ DAL VIVO