IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA. | Probabilità di vincita
social-esports
I social usati nel mondo degli eSports e i loro effetti

Categoria: Giochi

Una verità decisamente innegabile oggi è che i social ormai influenzano la vita di tutti. Non si esimono da questa influenza tantissime realtà legate al mondo sia sportivo che eSportivo. Ebbene si, anche il mondo degli eSports subisce l’influenza dei social. Contestualizziamo un attimo però cosa si intende quando parliamo di influenza. La grandissima diffusione degli eSports negli ultimi anni è dovuta tra i vari motivi anche all’impegno delle community sui social e agli influencer. La cultura stessa del “gioco competitivo” è stata perpetrata negli anni, in particolare su Facebook, tramite piccoli gruppi di appassionati.
Col tempo questi gruppi, che riunivano tutti gli appassionati dei vari eSports, sono cresciuti sensibilmente dando vita a delle vere e proprie community di giocatori. Grazie alle interazioni sui social, i nuovi giocatori che magari erano ignari dell’esistenza dei videogiochi competitivi, hanno scoperto la loro presenza. Inoltre non indifferente è stato l’impatto che i social hanno avuto sui giocatori da console. Molti giocatori si sono spostati dalle console ai PC proprio per poter seguire l’idea di diventare un giocatore professionista. Questo fenomeno “migratorio” è avvenuto ai tempi in cui su console non era ancora approdato il concetto di eSport.

Quali sono i social più usati?

Come abbiamo accennato prima, il social che prima di tutti ha permesso la diffusione degli eSports è stato Facebook. Oggi infatti ogni eSport ha la sua community nazionale su Facebook (ad esempio Fortnite Italia), nella quale costantemente si discute di ogni cosa. La pubblicità, le iniziative e la promozione degli eventi trova luogo sui gruppi Facebook e permette agli eSports di accrescere. Anche le stesse pagine ufficiali dei videogiochi pubblicano tutte le nuove news alimentando l’“hype” degli utenti con un conseguente effetto motivazionale. Inoltre su Facebook, proprio sui vari gruppi, i giocatori cercano compagni di gioco per le loro partite.
Sebbene in Italia non sia particolarmente usato, un social importantissimo per gli eSports è Twitter. Il canale comunicativo ufficiale che viene utilizzato dai pro player è proprio Twitter. Vale lo stesso per quanto riguarda i team ufficiali e le organizzazioni di eSport. Non a caso molti giocatori giovani, alle prime esperienze con il gioco professionistico, vengono esortati dai team ad aprire un profilo twitter ufficiale. Inoltre Twitter è anche il social più usato per promuovere il merchandising delle varie organizzazioni proprio tramite le pagine dei loro giocatori. In pratica un social come Twitter vine utilizzato come volano per muovere gli ingenti interessi delle squadre e i guadagni dei pro player.
esports-social
Anche negli eSports il social che recentemente non si può non citare è Instagram. Tra foto e stories gli eSports si diffondono sopratutto grazie agli influencer. In particolare gli streamer per esempio avvisano la loro utenza su Instagram che stanno per andare live. Basta cercare i profili dei pro player per capire quanto seguito hanno. Inoltre su Instagram sono diffusissimi i cosiddetti “meme” che nel mondo eSports sono all’ordine del giorno. Queste piccolezze, sebbene vengano sottovalutate, alimentano invece il mercato eSports.

Gli effetti dei social sulle competizioni eSports

Gli effetti dei social sugli eSports non si manifestano solo nella loro diffusione. Non bisogna ignorare l’impatto che hanno all’interno delle competizioni stesse. Per esempio proprio grazie ai social sono nate alcune competizioni eSportive ad invito tra influencer. I personaggi più seguiti sui social sono proprio i protagonisti di  queste competizioni. Durante i grossi eventi eSports più volte sono state ospitate le personalità più influenti del mondo social dai musicisti agli attori. Inoltre non bisogna sottovalutare le iniziative di beneficenza. Molte volte grazie alla diffusione sui social, le principali realtà del mondo degli eSports avviano campagne di beneficenza con risultati importanti.
Grazie ai social spesso è possibile ottenere premi in gioco o addirittura biglietti per i tornei ufficiali. Non di minore importanza è l’impatto che hanno i social sui giochi stessi. Spesso le case dei videogiochi fanno scegliere, tramite sondaggi sui social, quali contenuti di gioco rilasciare. I battibecchi che i pro player si lanciano sui social poi generano vere e proprie “guerre mediatiche” talvolta. Questo avviene per lo più su Twitter ma ora molti lo fanno anche tramite le stories su Instagram. Gli effetti dei social sugli eSports dunque sono molteplici. Prima di tutto influenzano la loro diffusione tra i giovani, alimentano la competizione “sana” e tengono i giocatori incollati ai loro giochi preferiti. Per di più poi tramite sponsor e pubblicità gli eSports e le organizzazioni alle loro spalle giovano di un ritorno economico non indifferente.
 
 
Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons