IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA. | Probabilità di vincita
cover-tetris1
Il Tetris World Championship: quando anche il Tetris diventa un eSport

Categoria: Giochi

Il mondo degli eSport è in continua evoluzione, con l’uscita di nuovi titoli nascono sempre più competizioni diverse. Tuttavia non mancano negli eSport titoli molto vecchi che nessuno si aspetterebbe e che invece oggi danno vita a delle competizioni seguitissime. Stiamo parlando del Tetris, uno dei giochi simbolo dei retro games.
Nel 2010 infatti è nato il Classic Tetris World Championship, uno dei primi campionati eSport in assoluto. La competizione si svolge annualmente in due giornate e vede i contendenti sfidarsi al Nintendo Tetris del 1989. L’evento ha luogo durante il Retro Gaming Expo, le prime edizioni si sono tenute a Los Angeles in California. Dal 2012 l’evento si è spostato invece a Portland nell’Oregon.

Come si svolge

tetris inizio campionati del mondoSebbene possa lasciare di stucco molti appassionati degli eSport, il Classic Tetris World Championship si gioca rigorosamente sulla vecchia console NES ( Nintendo Entertainment Systems) con tanto di gamepad classico. I giocatori infatti giocano su console originali NES e su televisioni CRT. Al suo esordio fu una vera e propria rivoluzione negli eSport, per il fatto di svolgere una competizione su una console vecchia di 30 anni.
La prima giornata dell’evento è dedicata alle fasi di qualificazione. Durante la seconda giornata poi si svolge un torneo ad eliminazione diretta costituito da scontri 1 contro 1 da 5 round ciascuno. Il sistema fornisce ai giocatori esattamente gli stessi blocchi durante la partita. Il giocatore che totalizza uno score migliore alla fine della partita è dichiarato vincitore. Le regole del gioco sono quelle del Tetris classico, appena un blocco supera la linea consentita è game over. 

Risultati mediatici

Negli anni il Classic Tetris World Championship ha ottenuto risultati inaspettati. La finale dello scorso anno ha totalizzato su Twitch.tv ben 20 mila spettatori live, raggiungendo nei giorni seguenti in totale più di 100 mila visualizzazioni.
La cosa strabiliante è inoltre legata ai partecipanti stessi. L’attuale campione di Tetris è Joseph Saelee, un ragazzo di 16 anni che ha spodestato il campione indiscusso Jonas Neubauer dominatore incontrastato dei mondiali di Tetris fin dal lontano 2010.
Il video della loro finale è addirittura ipnotico, per la velocità di gioco e l’abilità che i due contendenti dimostrano a questo celebre gioco.
Comunque questo dimostra che la presa che un gioco come il Tetris esercita ancora sui giovani, è un dato non indifferente.
Moltissimi ragazzi si sono classificati tra i migliori e moltissimi hanno seguito la competizione in streaming. Questo risultato non fa che confermare che i videogiochi e gli eSport non conoscono l’usura del tempo.
Oggi nonostante gli FPS siano in cima alle preferenze nelle giovani generazioni, non manca chi invece ancora gioca sulle vecchie console. Il Tetris non è infatti il solo retro game che gode di una competizione eSport propria, basti pensare ai tornei di Super Mario o di Pac Man ancora oggi seguitissimi.

Eventi futuri

partita di tetris
Il prossimo Ottobre si terrà il Classic Tetris World Championship 2019 sempre a Portland.
Il campionato è stato confermato, e tra i primi qualificati risultano, oltre il  sedicenne campione in carica, altri ragazzi under 21.
Il successo del CTWC ha invogliato inoltre la Nintendo a sviluppare un nuovo Tetris che dovrebbe approdare su Nintendo Switch. Il nuovo gioco avrà una sua competizione eSport ufficiale e promette di riportare il Tetris ad una nuova gloria grazie a tante novità.
Ogni giorno proprio su Twitch, il Tetris porta a casa numeri dignitosi. Sebbene nella quotidianità non sia tra i giochi in top ten per volume di spettatori, resta comunque superiore a molti titoli di nuova generazione.
Inoltre il gioco dei blocchi colorati, sembra avere una presa particolare anche su chi non lo gioca di solito. La prova è proprio il numero incredibile di utenti che hanno guardato le finali in streaming.
Se si rapporta il numero medio di spettatori live ogni giorno con quello registrato durante le finali del CTWC, si può proprio notare quanto sia enorme la differenza.
 
 
Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons