IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA. | Probabilità di vincita
cover-roulette-rosso-nero
Ashley Revell: l’uomo che si è giocato tutto in una puntata alla roulette

Categoria: Mondo Casinò

La pazza storia del gambler Ashley Revell

È proprio vero che nella nostra vita dobbiamo prendere delle decisioni importantissime nel giro di pochi istanti. Decisioni che condizioneranno la nostra esistenza e che potremmo magari rimpiangere per sempre.

Ne sa qualcosa l’inglese Ashley Revell. Chi è costui? Nato a Maidstone, nel Kent, nell’anno 1971, Revell ha una pagina su Wikipedia che ci spiega chiaramente per cosa quest’uomo è diventato famoso: Revell è, semplicemente e indiscutibilmente, un noto gambler che ha fatto qualcosa di clamorosamente coraggioso o clamorosamente stupido. O forse entrambe le cose. Dipende dai punti di vista.

Che c’è di strano nella sua storia? Beh, c’è che Revell ha deciso di giocarsi tutto praticamente in un singolo colpo di roulette! L’azzardo risale al 2004, è finito più volta in TV e merita decisamente un riassunto anche qui.  Noi vi raccontiamo la sua storia ma ci raccomandiamo di non emularlo!

La pazza idea dell’inglese Ashley Revell

Ashley Revell aveva 32 anni quando prese una decisione tanto semplice quanto folle. Tutto nacque per scherzo chiacchierando con gli amici al pub. Perché non volare a Las Vegas e puntare tutti i propri averi alla roulette? Rosso o nero. Raddoppiare o perdere tutto. Di certo da brilli tutti noi abbiamo fantasticato su qualcosa del genere o su cose ancor più folli. Ma Revell il giorno dopo ripensava ancora a quell’idea che diventò presto realtà. Anni dopo ha spiegato: “Quell’idea mi era entrata dentro. Pensavo che sarebbe stata un’esperienza meravigliosa. All’epoca non ero sposato, non avevo figli ed ero single. Era una cosa da fare in quel momento o mai più“.

La sua decisione è divenuta famosa anche grazie a un reality show e poi virale grazie a un video sul web. Che ha combinato, insomma, questo ragazzo di preciso? Revell decise di vendere tutti i suoi averi e di racimolare quanto più possibile da giocarsi in un solo colpo a una roulette di Las Vegas. Non è uno scherzo. Da parte aveva solo 10.000 sterline e quindi dovette rinunciare a parecchie cose, più o meno importanti. Raggranellò circa 80.000 sterline facendosi dare anche dei prestiti. Vendette un Rolex, una BMW, le sue mazze da golf e molti altri oggetti personali. Per esempio delle divise sportive alle quali teneva molto. Perfino la sua biancheria intima!
Al cambio qualcosa come 135.300 dollari in fiches al Plaza Hotel & Casino. Revell attraversò l’oceano Atlantico e appoggiò i soldi tutti sul rosso, anche se la sua idea originale era quella di puntare sul nero. Un sondaggio tra la popolazione inglese lo costrinse a cambiare i piani. Così almeno ha raccontato Revell alla CNN.

La puntata decisiva al Plaza di Las Vegas

roulette-casinò
Arriviamo dunque a quel giro decisivo di roulette, ripreso dalle telecamere. Nel video dell’epico momento Revell è vestito elegante con camicia bianca e giacca nera. Un completo affittato! È solo al tavolo con le sue fiches gialle. Attorno a lui, a debita distanza, c’è un gruppo di curiosi spettatori.

Il croupier lancia la pallina nella ruota e solo a quel punto Revell piazza le sue due pile sul rosso. Sembra nervoso dalle immagini. Chi non lo sarebbe? Dopo interminabili attimi di tensione, la pallina finì effettivamente sul 7 rosso consegnandoli la vincita. Più di 270.000 dollari! Per l’esattezza 270.600 dollari. In un momento raddoppiò le proprie ricchezze. In sala scoppiò l’esultanza con tanto di abbracci e strette di mano. Ma voi non provateci mai a casa, quando siete impegnati nelle vostre partite alla roulette live.

Si tratta ovviamente di un tipo di giocata fortemente rischiosa, non tanto per la probabilità di vittoria quanto per la pazzia di impegnare tutti i propri averi su una sola scommessa: dopotutto Revell non aveva impiegato del tempo a studiare le migliori strategie per vincere alla roulette, ma aveva “semplicementre” puntato tutto sul colore rosso.

Tutto è stato trasmesso da Sky One in una mini serie denominata giustamente ‘Double or Nothing‘. Ashley Revell è finito pure in un documentario dal titolo ‘Investigates: Vegas Winners & Losers’. Nello stesso documentario si racconta anche di Stu Ungar, legganda del poker live.

Cosa è successo dopo quella vincita?

La pazza storia di Revell comunque non finisce qui. Pensate che l’inglese si è perfino fatto cambiar nome all’anagrafe dopo la sua impresa. Ripetiamo, non stiamo scherzando. Il suo nome completo è diventato Ashley Blue Square Revell, per rendere omaggio a un bookmaker inglese.

Che ha fatto poi con i soldi vinti a Las Vegas? Tra le altre cose ha aperto un’azienda di poker denominata Poker UTD. Il sito però ha chiuso nel 2012. Revell è diventato inoltre proprietario del sito iGaming Recruitment che permette alle aziende di gambling online di trovare lavoratori validi.

Ma la leggenda del gambler Revell continua a essere narrata in giro per il mondo. Anche se contravviene ad ogni tipo di strategia di puntata alla roulette.

Ha ispirato anche diverse altre produzioni televisive. Nell’episodio ‘One Nation, Under Surveillance’ della serie Las Vegas, trasmessa il 14 marzo 2005 per la prima volta, un personaggio era di fatto ispirato a Revell. Simon Cowell ha inoltre raccontato che Revell lo ha ispirato nella creazione dello show britannico ‘Red or Black‘.

Dopo anni il fortunato Revell racconta: “La notte prima di quella puntata ho dormito come un bambino, ero sicuro che avrei vinto. Ero calmo prima di vivere il momento più bello della mia vita. Con i soldi mi sono regalato un viaggio in giro per l’Europa sulla mia nuova moto. In Olanda ho conosciuto una ragazza che mi ha seguito in Inghilterra ed è diventata la madre dei miei due figli”. Un lieto fine, insomma, quello di Revell. Ma ripetiamo: non provateci mai a casa! Una scelta come la sua va contro qualsiasi logica di gestione del bankroll.

Roulette Online