IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA. | Probabilità di vincita
cover-esports-videogame
I giochi che sono all'origine degli eSports

Categoria: Giochi

Oggi gli eSports coinvolgono generazioni di giocatori e appassionati ed il mercato è in costante crescita. Nel 2019 secondo il sito Newzoo, gli eSports raggiungeranno ricavi di 1,1 miliardi di dollari con una crescita rispetto al 2018 del 25%. Queste sono certamente cifre da capogiro ma rispecchiano nettamente la realtà odierna fatta di streaming ed eventi da migliaia di spettatori. Anche gli eSports però sono partiti dal basso e la loro origine risale a più di 20 anni fa.
A quei tempi la realtà era ben diversa da come siamo abituati oggi, i tornei erano organizzati localmente e non esistevano le infrastrutture che permettevano di connettere i giocatori in tutto il mondo. Ripercorriamo quindi la storia degli eSports  attraverso i vari titoli più significativi che hanno contribuito alla loro origine ed al loro sviluppo.

Quake – 1996

Il primo titolo della storia a vedere un torneo competitivo da migliaia di partecipanti è stato Quake, un FPS sviluppato dalla id Software. Il creatore del gioco John Camarck, creò nel Maggio del 1997 un torneo chiamato “Red Annihilation” che vide la partecipazione di 2000 giocatori. DI tutti loro solo 16 passarono alla fase finale del torneo, con in palio addirittura la Ferrari posseduta da Camarck. Il successo dell’evento diede grandissima popolarità a Quake e portò alla fondazione della CPL (Cyberathlete Professional League) una delle prime organizzazioni professionistiche di tornei videoludici.

Starcraft – 1999

Alla fine degli anni 90 si ebbe un boom di uscite e novità nel mondo dei videogiochi. Quake aveva iniziato una rivoluzione in questo settore e il suo testimone fu raccolto da un titolo della Blizzard che ha fatto la storia: Starcraft. Il gioco apparteneva al genere degli RTS (Real Time Strategy) gli strategici in tempo reale. A ridosso degli anni 2000 con l’uscita dell’espansione Brood War, Starcraft divenne il gioco più giocato del momento e portò alla nascita di tornei locali in tutto il mondo. Il boom fu particolarmente presente in Corea dove si moltiplicarono in poco tempo gli internet cafè e i videogiochi divennero parte integrante della cultura dei giovani coreani. Da Starcraft in poi, la Corea è diventata la nazione guida degli eSports e del gaming competitivo raggiungendo livelli che il resto del mondo ha visto solo anni dopo.

Age of Empires II – 1999

Un altro dei titoli che costituisce le fondamenta degli eSports è sicuramente Age of Empires II: The Age of Kingdoms. Il titolo è stato sviluppato dalla Enseble Studios ed insieme a Starcraft ha rappresentato la genesi degli RTS competitivi. Nel 2000 infatti il dilagare dei videogiochi portò alla creazione della World Cyber Games, il più grande torneo dell’epoca degli eSports. La WCG al tempo rappresentava le olimpiadi dei videogiochi e tra i titoli protagonisti, oltre a Starcraft e Quake III, c’era proprio Age of Empires II. Negli anni i sequel di Age of Empires sono rimasti fedeli all’interno della competizione rappresentando uno degli RTS per eccellenza.

Unreal Tournament – 2000

Protagonista indiscusso degli FPS competitivi dei primi anni 2000 è certamente Unreal Tournament (UT) il gioco sviluppato dalla Epic Games e dalla Digital Extremes. Il titolo si prefigurava come un competitor di Quake III Arena. Il suo successo globale fu legato al motore grafico utilizzato, appunto l‘Unreal Engine, che rappresentò una rivoluzione dal punto di vista della grafica e della fisica dei giochi. UT comprendeva diverse modalità di sfida, dai classici deathmatch alle modalità cattura, divenendo precursore di tutte queste modalità che sono state riproposte negli FPS e negli sparatutto successivi. Unreal Tournament è stato uno dei titoli eSport più importanti del tempo divenendo in pochi anni l’FPS più giocato superando persino Quake e prendendo parte per 5 anni di fila ai WCG.

Counter Strike – 1999 ad oggi

Il primo vero eSport competitivo a squadre della storia fu Counter Strike, l’FPS targato Valve rilasciato nel 1999. Il successo globale di Counter Strike gli ha permesso di essere la serie di FPS più longeva degli eSports rinnovandosi ogni anno fino ad oggi. In uno scenario in cui tutti i giochi competitivi erano a giocatore singolo, la novità rappresentata dal combattimento a squadre di Counter Strike non passò inosservata. Grazie a questo titolo il mondo dell’eSports vide per la prima volta il costituirsi di squadre e multigaming dedicateL’idea della gaming house nacque proprio in quegli anni per via della sempre più marcata esigenza di avere un team che fosse affiatato e unito. Ancora oggi l’ultimo titolo della serie dei Counter Strike (CS GO) è saldo tra i giochi più attivi nell’ambito delle competizioni internazionali.

Warcraft III – 2002

Un titolo che ha rappresentato la storia degli eSports per la mole di giocatori che ci hanno giocato è sicuramente Warcraft III. Il gioco è un RTS sviluppato dalla Blizzard e rilasciato  nel 2002. Fin da subito ha ottenuto nel corso dell’anno il record di copie vendute superiori alle 3 milioni di unità. Il gioco ha spopolato particolarmente in Cina, addirittura più di 500.000 cinesi hanno partecipato alle qualificazioni di Warcraft per la CWG del 2006. Il mercato degli eSports cinese è cresciuto in maniera esorbitante in quegli anni e Warcraft III è stato uno dei primi titoli per cui i giocatori venivano addirittura stipendiati. Il successo della serie dei Warcraft ha spinto poi la Blizzard alla realizzazione della serie dei World of Warcraft, il pilastro degli MMORPG, oltre che al gioco di carte più giocato negli eSports ovvero Hearthstone.

FIFA – 1996 ad oggi

Un titolo che non è mai mancato in tutti i più grandi eventi di eSports tenuti è il simulatore calcistico FIFA sviluppato dalla Electronic Arts. La serie dei FIFA affonda le radici nel lontano 1996 anche se il primo vero FIFA che ha avuto impatto nella scena degli eSports fu FIFA 2000. Negli anni 2000 infatti, tutte le competizioni video-ludiche competitive prevedevano il torneo di FIFA. Sebbene non ha mai ottenuto numeri da capogiro rispetto agli altri titoli, nell’ambito dei videogiochi sportivi FIFA ha sempre avuto un posto sul trono. Negli anni in cui gli eSports si sono diffusi e nuove leghe nascevano, FIFA non è mai mancato e nel 2004 ha visto la nascita della FIFA eWorld Cup ovvero la versione video-ludica della coppa del mondo di calcio. Oggi FIFA è stabile nel panorama degli eSports e le leghe nazionali ed internazionali sono sempre in grande aumento.
 
 
Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons